· 

Uno sguardo all'immediato futuro della sicurezza alimentare

Il Ministero della salute ha fatto uscire le linee che caratterizzeranno la sua azione di controllo, prevenzione ed educazione per il 2018. Le aree interessate saranno: la ricerca sanitaria, l'assistenza sanitaria, il sistema informativo sanitario gli strumenti medici e di interesse sanitario e gli alimenti e la nutrizione. Gli interventi saranno improntati alle necessità della prevenzione e della comunicazione con un maggior utilizzo delle nuove tecnologie. Vediamo quali saranno i principali punti d'azione nell'ambito della sicurezza alimentare, veterinaria e nutrizionale.

Alimenti e HACCP - alimenti per la prima infanzia
Alimenti per la prima infanzia

Il Ministero della Salute ha pubblicato il suo Atto di indirizzo per l'individuazione delle priorità politiche per il 2018.
Gli interventi che interessano il settore della sanità veterinaria e la sicurezza della catena alimentare sono brevemente riassunti di seguito:

  • Per meglio adempiere agli obblighi che discendono dall’appartenenza alla UE saranno intensificate le attività finalizzate all’applicazione degli standard di funzionamento e miglioramento dei controlli ufficiali previsto dall’accordo Stato-Regioni del 7 febbraio 2013.
  • Focus in sede europea sulla revisione delle disposizioni vigenti sugli alimenti per la prima infanzia (ora Regolamento UE 609/2013) non essendovi più il settore dei cosiddetti alimenti speciali. Le indicazioni su cui si lavorerà saranno soprattutto a carattere nutrizionale.
Alimenti e HACCP - additivi alimentari
Additivi
  • Verranno quindi riformulati gli elementi interpretativi e la disciplina anche per quanto riguarda gli alimenti a fini medici speciali e quelle dei prodotti presentati come sostituti totali della dieta per la riduzione del peso corporeo, si attende la presentazione, da parte della Commissione. Gli alimenti senza glutine (sempre parte della vecchia e ormai abrogata categoria di alimenti speciali) continueranno ad essere erogabili ai sensi del DM 17 gennaio 2016 con una revisione dei tetti mensili di spesa e la limitazione delle categorie di prodotti erogabili a quelle destinate a sostituire gli alimenti caratterizzati tradizionalmente dalla larga presenza di cereali gluteinati (come pane, pasta, biscotti, pizza e simili).
Alimenti e HACCP - integratori alimentari
Integratori alimentari
  • Per quanto riguarda invece il settore in crescita degli integratori alimentari ci si aspetta un nuovo decreto che specifichi e innovi la lista delle materie prime botaniche permesse. Sempre grande attenzione sarà riservata alle disposizioni  circa il loro corretto uso.
  • In continuità con l’applicazione del Regolamento UE 2015/2283 sui nuovi ingredienti alimentari ci sarà il ruolo attivo di cooperazione della Direzione generale per l'igiene e la sicurezza degli alimenti e la nutrizione che è entrata a far parte del Network scientifico di EFSA, con valutazione degli alimenti stessi per maggior sicurezza del mercato europeo.
  • Inizierà i suoi lavori il Tavolo tecnico sulla sicurezza nutrizionale con funzioni di osservatorio previste dall’Accordo del 24 novembre 2016 in sede di Conferenza permanente per i rapporti tra lo Stato, le regioni e le provincie autonome. Tale assemblea avrà funzioni di sorveglianza attraverso l’analisi delle diverse politiche e azioni sulla promozione di una corretta alimentazione e di educazione alla prevenzione.
Alimenti e HACCP - sicurezza nutrizionale
Sicurezza nutrizionale
  • Proseguiranno per tutto il 2018 i progetti Pilota innovativi, in ambito nutrizione, avviati nel 2017 per la determinazione dell’apporto calorico nella popolazione italiana (in collaborazione con l’Università di Padova) e per la verifica dello stato nutrizionale tramite analisi dei nutrienti nei pasti consumati (in collaborazione con l’ISS).
  • Proseguiranno le attività di verifica della conformità alla normativa additivi sia nei prodotti alimentari di origine animale che in quelli vegetali. Inoltre per gli additivi tal quali continuerà l’attività di sensibilizzazione delle autorità competenti al rilascio del riconoscimento ai sensi del regolamento CE n.852/2004 degli OSA
  • Proseguirà il coordinamento con le altre amministrazioni centrali per definire la posizione italiana in sede europea sulle questioni riguardanti il settore Organismi Geneticamente Modificati (OGM) nonché l’attività di indirizzo e coordinamento delle attività di controllo ufficiale di cui al Piano nazionale per la verifica della presenza di OGM in alimenti, sul territorio e all’importazione
  • Nel settore dei prodotti fitosanitari si rafforzerà il sistema autorizzativo continuando ad assicurare la qualità delle valutazioni. Per quanto riguarda le parallele attività di indirizzo e controllo a tutela della sicurezza verranno potenziate le attività di controllo analitico dei laboratori di riferimento nazionali e del controllo ufficiale (diffusione di conoscenze e metodiche)

Sanità pubblica veterinaria.

  1. Continuità operativa e sostegno istituzionale al Comitato permanente di ricerca in agricoltura della Commissione Europea (SCAR) attraverso la partecipazione ai gruppi di lavoro tematici.
  2. Partecipazione del Ministero della salute nel consorzio internazionale IRC Staridaz (International Research Consortio on Animal Health) per la definizione di indirizzi strategici per la ricerca europea in molti settori.
  3. Completamento e aggiornamento del sistema delle anagrafi zootecniche anche mediante il ricorso a funzionalità informatiche.
  4. Attività volte a migliorare il controllo delle fasi della distribuzione e somministrazione del medicinale veterinario (norma della tracciabilità e della prescrizione veterinaria informatizzata e focus sulle GMP) che garantiranno un sistema di farmacosorveglianza più efficace.
  5. Di grande impatto anche il tema del benessere animale che vedrà l’implementazione a livello regionale più capillare con adattamenti e opportune flessibilità ove necessario. L’obiettivo del percorso sarà portare alla certificazione di prodotti che provengano da allevamenti in cui vengono rispettati elevati livelli di benessere.
  6. Nell’ambito dell’alimentazione animale, proseguiranno i lavori, in sede di Consiglio dell’UE, sulla proposta di regolamento in materia di mangimi medicati e prodotti intermedi.

 

Valutazione del rischio della catena alimentare.

Nel 2018, al fine di ottimizzare il sistema di valutazione del rischio della catena alimentare, verrà potenziata l’attività di collaborazione con EFSA al fine di delineare il programma di lavoro di quest’ultima nei diversi settori della valutazione del rischio, attraverso lo scambio delle informazioni scientifiche, sviluppando le reti scientifiche e la comunicazione del rischio attraverso:

  • un migliore raccordo e coordinamento degli scienziati italiani che fanno parte dei gruppi di lavoro e dei network, istituiti presso detta Autorità;
  • il coordinamento delle attività e la collaborazione per organizzare giornate volte alla promozione della cultura sulla valutazione del rischio nel settore alimentare e dei mangimi

Per quanto riguarda l’attività nazionale:

  • l’incremento delle attività relative alla valutazione del rischio;
  • la realizzazione di attività di informazione e di comunicazione previste nel documento concernente linee guida per una corretta comunicazione del rischio in sicurezza degli alimenti e programmazione di attività di comunicazione del rischio


Politiche per l'efficienza gestionale
Nel corso del 2018 saranno garantite le attività istituzionali in materia di organizzazione delle risorse umane, finanziarie e strumentali del Ministero, nell'ottica di un miglioramento dell'efficacia degli interventi e delle procedure.
Non sarà tralasciata l’attività di supporto finalizzata a implementare ulteriormente l’erogazione dei servizi resi a singoli utenti, imprese e  professionisti del settore, attraverso l'uso delle tecnologie ICT, in modo da garantire la massima semplicità nella partecipazione ai procedimenti amministrativi e nel rispetto del diritto di accesso agli atti, in attuazione del Codice dell'amministrazione digitale.

Print Friendly and PDF

Nei commenti non sono consentiti:

  • messaggi non inerenti al post
  • messaggi privi di indirizzo email
  • messaggi anonimi (cioé senza nome e cognome)
  • messaggi pubblicitari
  • messaggi con linguaggio offensivo
  • messaggi che contengono turpiloquio
  • messaggi con contenuto razzista o sessista
  • messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)
  • messaggi il cui contenuto rappresenta un'aggressione alla persona e non alle sue idee
  • messaggi formattati in modo da diminuire la fruibilità delle discussioni.

Il proprietario del blog potrà in qualsiasi momento, a suo insindacabile giudizio, cancellare i messaggi.

Scrivi commento

Commenti: 0